Chi è e cosa fa lo psicologo

Lo psicologo è un laureato in Psicologia, che ha effettuato un tirocinio pratico professionalizzante secondo le modalità previste per legge, ha sostenuto e superato un Esame di Stato di abilitazione alla professione di Psicologo  e si è iscritto all’Ordine degli Psicologi della regione in cui ha deciso di esercitare.

Si tratta di un professionista della salute mentale, impegnato adpsicologo

“accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità” (Art. 3 del Codice Deontologico).

Tra gli indicatori di benessere psicologico individuati da Carol Ryff (1989) rientrano:

  • l’autonomia, intesa come autodeterminazione e indipendenza
  • il senso di padronanza e competenza nel gestire il proprio ambiente di vita
  • la percezione di crescita personale e di realizzazione delle proprie potenzialità
  • la presenza di relazioni positive con gli altri
  • la sensazione di avere uno scopo nella vita
  • l’accettazione di sé

Compito dello psicologo è di utilizzare le conoscenze teoriche e applicative acquisite mediante la sua formazione specialistica per migliorare la qualità di vita dei propri pazienti, incrementando la consapevolezza di sé, delle proprie specifiche modalità di funzionamento, nonché delle risorse personali e sociali presenti.

Data la complessità della materia oggetto di studio, va da sé che una qualità fondante del fare psicologico riguarda l’importanza attribuita alla formazione continua.

Bibliografia: